Esami cardiologici

Esami cardiologici

Esami Cardiologici

L’holter cardiaco o Elettrocardiogramma dinamico completo secondo Holter è una indagine non invasiva e indolore che utilizza lo stesso principio dell’elettrocardiogramma (ECG) e, attraverso una serie di elettrodi, collegati ad un elettrocardiografo portatile a batteria, permette di registrare l’attività elettrica del cuore per 24 ore.
L’esame può essere richiesto dal medico quando la persona riferisca di avere palpitazioni, svenimenti, dolore toracico o difficoltà a respirare (dispnea) e l’elettrocardiogramma non rilevi alcuna anomalia.
L’holter cardiaco è un esame diagnostico importante nello studio delle aritmie, o per individuare tutte quelle alterazioni del ritmo cardiaco a comparsa sporadica e discontinua, e di disturbi (sintomi) quali cardiopalmo, vertigini, perdita di coscienza. È utile anche nel caso di un ridotto apporto di sangue al cuore (ischemia) o di dolore toracico da accertare.

 

Il test da sforzo, detto anche test ergometrico, prova da sforzo o elettrocardiogramma sotto sforzo è un esame che consente di studiare il funzionamento del cuore quando viene sottoposto a uno stress fisico; (nel test da sforzo cardiopolmonare è valutata anche la risposta dei polmoni)
La prova ergometrica ha una durata di circa 20 minuti e generalmente si effettua o sulla cyclette o sul tapis roulant, vengono applicati gli elettrodi sul torace e sul dorso del paziente per la registrazione dell’elettrocardiogramma e posizionato sul braccio il manicotto per la rilevazione della pressione.
Lo sforzo è variabile secondo le capacità del paziente: perchè la prova abbia valore diagnostico occorre superare l’80% del valore di soglia teorico per il soggetto esaminato che corrisponde ad un significativo aumento del lavoro del cuore. Infatti un apporto deficitario di sangue al cuore da parte delle coronarie spesso risulta sufficiente in condizioni di riposo mentre non lo è quando sotto sforzo aumenta il lavoro del cuore.
Al termine del test da sforzo ed in funzione dei risultati ottenuti, l’esperienza e la professionalità del medico sapranno indirizzare il paziente verso ulteriori accertamenti per arrivare alla “certezza diagnostica” e quindi attuare la migliore terapia possibile caso per caso.

L’ecografia cardiaca o ecocardiogramma è un esame diagnostico che utilizza gli ultrasuoni per visualizzare, misurare e valutare la funzione delle varie strutture anatomiche del cuore (valvole, atri, ventricoli, grosse arterie come l’aorta o la polmonare).
I cardiologi ricorrono a questa indagine quando sospettano la presenza di una malattia cardiaca, come per esempio un danno del miocardio, uno stato d’insufficienza cardiaca, una valvulopatia o un difetto congenito del cuore.
L’ecocardiogramma è una procedura sicura e non invasiva perchè impiega gli ultrasuoni che, a differenza delle radiazioni, sono completamente innocui. Per questa ragione l’esame può essere eseguito senza nessuna controindicazione anche in gravidanza.